facebook
youtube
instagram

Login

Contattaci

Rivenditori

Whapp ​Tel . +39 347 2505854  info@baubaucheriepatisserie.dog

I Nostri Servizi

Pasticceria Artigianale

Torte di Compleanno

Snack e  Merende Gourmet

Ricorrenze e Satagionalità 

Dove trovarci

 

©

Bau Bau Cherie Patisserie

SPEDIZIONI IN TUTTA ITALIA

VENDITA ON LINE


facebook
gplus
youtube
instagram

Sarai sempre informato sulle nostre novità!

Bau Bau Cherie Patisserie

Pasticceria per animali da compagnia

​©2017 BAU BAU CHERIE PATISSERIE TUTTI I DIRITTI RISERVATI  VIETATA OGNI RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEL SITO

Iscriviti alla nostra newsletter

 

GRAZIE CHERIE !

Una meravigliosa storia di Amore e Dolcezza

Era una calda mattina di giugno, un lunedi per la precisione, e come al solito avevamo un’appuntamento presso un’area di sgambatura a Castelmaggiore con una nostra carissima amica e il suo bellissimo alsaziano Axel grande amico del nostro amore Ute più o meno alle 7 , come tutti i giorni.

L’aria profumava ancora di cibo da strada e forse, ascoltando bene, riecheggivano ancora le urla gioiose per la festa della scuola di calcio per bambini tenutasi la sera prima fino a tarda ora..

Noi la sera prima eravamo nell’ area adiacente agli impianti sportivi per goderci un po di fresco con altri amici e pelosi

Grazie Cherie Bau Bau Cherie Patisserie

Non so bene come sia avvenuto, ma avete presente quei momenti, ancora un po' assonati, quando lo sguardo vaga, ma non vede e la mente pensa ma non ragiona, ecco in quel preciso momento vidi la sagoma di un pupazzo tra due panchine del campo di calcetto proprio a pochi metri da me.

Subito ho pensato ad uno di quei palloncini a forma di animale che dopo aver reso felice qualche bambino giaceva ormai sgonfio in attesa di essere spostato altrove.

 

Comunque incuriosito mi sono avvicinato e con mia grande sorpresa mi sono accorto che non era un palloncino, ma un peloso a quattro zampe incastrato nella rete del campetto..un bellissimo musetto, molto triste, molto sporco, magrissimo, con chissa’ quali storie sulle sue zampe.

 

Non ci ho pensato due volte, sono riuscito ad entrare da un foro nella rete e ho provato a liberarlo, non ci sono riuscito al primo tentativo , poi armato di un coltellino ho reciso la rete e con un guinzaglio di fortuna sono riuscito a portarlo via da quella scomodissima posizione.

 

 

Era una femmina di taglia grande, magra, emaciata, debole e timorosa, sicuramente affamata, forse attirata la sera prima dal profumo del cibo e chissà da quanto tempo era in quella posizione, non voglio neppure pensarci! Io e Grazia e la nostra amica Marisa abbiamo dato fondo ai premietti che tenevamo in tasca e che la cagnolotta ha divorato con fatica, un sorso di acqua e poi coccole..

Poi come la legge impone abbbiamo chiamato un veterinario per verificare il microchip, ma lei non lo aveva.

Quel giorno dovevamo partire per la Germania, un viaggio di lavoro, o quello che speravamo fosse visto che il lavoro lo avevamo perso entrambi e in quelle situazioni ci si attacca veramente a tutto.

Non potevamo portarla con noi. Per prima cosa per il suo stato di salute e igienico e poi anche perche’ le leggi tedesche sono giustamente severe in materia e noi non potevamo rivendicarne la proprietà.

 

L’unica cosa da fare, anche se spiacevole era contattare il canile di zona per il recupero, che nel giro di un’ora è avvenuto regolarmente

 

A questo punto è successa una cosa strana, a me  e Grazia , da quel momento in poi, nella nostra mente si è formata una immagine collettiva, un pensiero comune e senza consultarci a vicenda abbiamo tacitamente

deciso che se è arrivata, avrebbe fatto parte della nostra famiglia.

 

Dopo alcuni silenziosi momenti,  abbiamo deciso di darle un nome e visto che la nostra Leonessa porta un nome tedesco altro non potevamo fare che chiamarla Gluck, e cioè “fortunata”, senza renderci conto che da quel giorno

i veri fortunati siamo stati noi!

Siamo rimasti fuori Italia per una settimana e non passava giorno che non telefonassimo al canile per avere notizie del suo stato, anzi non vedevamo l’ora di tornare per prendercene cura.

 

Ricordiamo come fosse ieri quando siamo andati a chiederne l’affidamento, era un giorno caldissimo, e per portarla in casa , ho dovuto prenderla in braccio, le sue forze erano terminate..

 

Ha dormito per quasi due giorni di seguito, bevendo di tanto in tanto un po di acqua, e talvolta  mangiando qualche microscopica briciola di pane secco, altro non voleva.

Sembrava quasi che il suo corpo si opponesse a qualsiasi sforzo per recuperare tanti e tanti giorni di insonnia, stanchezza e fame..

 

Quando finalmente si è riposata, vci siamo sentiti un grado di portarla a lavare, immaginerete in che condizioni fosse ed un altro fotogramma indimenticabile fu la sua espressione all’uscita della toelettatura, tutta bianca, profumata con il suo nasotto rosa e la stellina arancione sulla testa, le orercchie morbide, rideva, rideva

e si gongolava,come se fosse rinata, un momento per noi di un innestimabile valore che ci ha riempito di gioia.

Grazie Cherie Bau Bau Cherie Patisserie

Dopo tanto tempo di privazioni e chissà quale tipo di vita senza una casa ormai aveva perso l’abitudine di mangiare, solo l’istinto di sopravvivenza aveva prevalso.

Sicuramente aveva avuto qualcuno che si occupava di lei e le voleva bene, era educatissima, ma con quello

sguardo penetrante che solo loro possono avere e ti possono parlare senza dire nulla.

 

Non riuscivamo ad alimentarla in nessun modo, niente crocchette, umido, premietti.. nulla.

Mamma Grazia non si è data per vinta e per merito del suo immenso amore per gli animali e ora anche per Gluck ha iniziato ad inventarsi ogni sorta di sapore per invogliarla a mangiare, spesso con scarsi risultati fino ad un giorno quando mescolando proteine, un po di olio di oliva , poca farina e tanto, tanto amore ha preparato un bocconcino che timidamente giorno dopo giorno le ha fatto tornare l’appetito.

Potete solo immaginare la nostra felicità nel vedere i suoi occhi e il suo sguardo riprendere luce e lei un po di forza al punto che ci siamo sentiti di portarla a socializzare con altri pelosi, non sapevamo come si sarebbe comportata.

 

Ci sono voluti diversi mesi perché Gluck, iniziasse a farsi avvicinare, sempre facendo capire, solo con gli occhi, senza rumore , che potevano annusarla,ma non troppo.. era sufficiente uno sguardo per allontanare i pelosi piu’ “espansivi”.

Vi ricordate di quelle piccolissime polpette che Mamma Grazia preparava ogni giorno per Gluck?

 

E’ successo che anche i pelosi dei nostri amici le hanno assaggiate e dopo di che, non volevano piu i premietti “industriali” che avevano mangiato fino al giorno prima e che noi in quel momento non potevamo nemmeno permetterci il lusso di acquistare..

 

Per farla breve, e mentre l'amore per lei cresceva e tanto ancora ci sarebbe da raccontare, il papa’ di un bellissimo pastore compiva gli anni e ci ha chiesto di preparare una torta per lui e tutti gli amici pelosi per festeggiare tutti assieme al parco.

Grazie Cherie Bau Bau Cherie Patisserie

La nostra prima torta di compleanno, non la dimenticheremo mai!

 

Per prima cosa perche’ se non fosse stato per Gluck ,la nostra “Cherie”, non avrebbe mai visto la luce e poi perché una volta visto l’apprezzamento degli altri pelosi ci ha fatto molto riflettere sulla possibilità di poter trasformare la necessità dei nostri amori in qualcosa che poteva rendere felici tanti altri amici, con alimenti sani e semplici

Grazie Cherie Bau Bau Cherie Patisserie

Un bocconcino tira l’altro , una torta di compleanno tira l’altra , tutti i nostri amici hanno iniziato a farci conoscere a tanti loro amici pelosi potevano condividere le nostre creazionì molto buone ma ancora molto bruttine che Mamma Grazia e io preparavamo.

 

Come già scritto, il lavoro non c’era più e l’unica cosa che ci interessava era che Ute e Gluck potessero cibarsi ed essere vaccinate. Altro non ci serviva.

 

Ora non ricordo chi è stato, ma un’amico ebbe un’idea: visto che piacciono tanto , perche' non provate a proporre le torte e i bocconcini sulla rete?

Il classico uovo di Colombo, dopo vari tentativi, chiedendo cosiglio al veterinario e ad un nutrizionista, ma sopratutto ringraziando una immensa Valeria Rossi, una etologa amante di tutti gli animali e del suo fantastico blog

Ti presento il Cane”, è partita la nostra attività casalinga di “pasticceria” per pelosi.

 

Da allora, e parliamo del 2011, ne abbiamo fatta di strada .Tante torte,  tanti “pasticcini”, tante feste e tanto amore.

 

Ci è quasi sembrato che Gluck sia comparsa in uno dei nostri momenti peggiori e ci abbia accompagnato per zampa fino a quando si è resa conto che era riuscita, con il suo amore, la sua calma, ad aiutarci in qualche modo.

 

Purtroppo, la nostra" Cherie". Gluck, come è arrivata in silenzio,  se ne è andata in punta di zampa un altro lunedì.. lottando con tutto ciò che aveva contro un male devastante e tiranno.

 

Ci manca immensamente, come a UTE, che  è caduta in depressione dopo la perdita del suo punto di riferimento, il suo folto pelo fulvo si era ingrigito e di notte ululava nel sonno.

 

Noi a volte sentiamo ancora il suo russare molto “zen” che ci faceva rilassare, trasmetteva un senso di pace e siamo felici di esserci trasferiti in un luogo più consono alla sua natura e il fatto di averle dato la possibilità di ritornare ad essere “cane” , con il suo sguardo fiero e gentile e al tempo stesso composto e potente come solo un grande capo sa essere..

Si lei era diventata la guida di Ute la nostra leonessa, che ha potuto solo imparare da una grande saggia che il mondo della famiglia va protetto e amato ad ogni costo..

 

 

Grazie Cherie Bau Bau Cherie Patisserie

Ci manchi Gluck, tanto tanto, e ci piace pensare che in tutte le nostre preparazioni ci sia un po del tuo amore che ha guidato il cuore e le mani di Mamma Grazia e le mie, per creare sempre nuove bontà per i fratelli pelosi.

 

Diciamoci la verità:

un loro sorriso non ha prezzo.

 

A noi piace ricordarla così,

 

sempre vigile, protettiva, con lo sguardo verso l'orizzonte come per creare una invisibile barriera difensiva per allontanare ogni pericolo per la sua famiglia.

 

Si lei è ancora una colonna portante nel nostro cuore,  e la sua presenza è sempre viva nei nostri

occhi.

 

Sara’ un luogo comune ma chi non ha mai vissuto un cane non può capire e non sa cosa si è perso.

Grazie Cherie Bau Bau Cherie Patisserie

Grazie Gluck, grazie Cherie,

 

                       ti ameremo per sempre. 

Grazie Cherie Bau Bau Cherie Patisserie

Senza di loro tutto questo non ci sarebbe! le Nostre Chèries Ute e Gluck